Visit my new blog

http://piccolascuolagaia.blogspot.com/









Attenzione i nuovi lavori sono su
PICCOLA SCUOLA GAIA
IL NUOVO BLOG!
Grazie a tutti i visitatori di questo blog per essere sempre così affezionati,
non rimproveratemi se non aggiorno qui i post,
infatti ho avvisato che mi sono trasferita in un altro blog di cui fornisco l'indirizzo in alto,
perciò seguitemi ...



Arrivederci!Vi aspetto su Piccola scuola gaia!
m.tra Marina

domenica 19 aprile 2009

UNA POESIA FAMOSA PER LA MAMMA




CHE COS’È UNA MAMMA

Una mamma è come un albero grande
che tutti i suoi frutti dà:
per quanti gliene domandi
sempre uno ne troverà.
Ti dà il frutto, il fiore e la foglia,
per te di tutto si spoglia,
anche i rami si toglierà.
Una mamma è come un albero grande.
Una mamma è come una sorgente.
Più ne toglie acqua e più ne getta.
Nel suo fondo non vedi belletta:
sempre fresca, sempre lucente,
nell’ombra e nel sole è corrente.
Non sgorga che per dissetarti,
se arrivi ride, piange se parti.
Una mamma è come una sorgente.
Una mamma è come il mare.
Non c’è tesori che non nasconda,
continuamente con l’onda ti culla
e ti viene a baciare.
Con la ferita più profonda
non potrai farlo sanguinare,
subito ritorna ad azzurreggiare.
Una mamma è come il mare.
Una mamma è questo mistero:
tutto comprende, tutto perdona,
tutto soffre, tutto dona,
non coglie fiore per la sua corona.
Puoi passare da lei come straniero,
puoi farle male in tutta la persona.
Ti dirà: - Buon cammin, bel cavaliero!
Una mamma è questo mistero.

2 commenti:

rita ha detto...

splendida poesia!vedendo il blog oggi stento a credere che s tratti di scuola elementar!Meravigliosi!

Marina M. ha detto...

Grazie per l'intervento Rita, ma sai , dobbiamo dare un'infarinatura di tutto...e offrire una possibilità di approfondimento ai perchè che ci vengono rivolti in classe e che non sempre si ha il tempo di chiarire nel tempo scolastico.
Inoltre gli alunni navigano o sono bonbardati comunque da una marea di notizie, per cui si cerca di mediare ,"alleggerendo" comunque i contenuti, sperando di soddisfare una loro prima curiosità.
Che ne pensi?
ciao marina
a presto