Visit my new blog

http://piccolascuolagaia.blogspot.com/









Attenzione i nuovi lavori sono su
PICCOLA SCUOLA GAIA
IL NUOVO BLOG!
Grazie a tutti i visitatori di questo blog per essere sempre così affezionati,
non rimproveratemi se non aggiorno qui i post,
infatti ho avvisato che mi sono trasferita in un altro blog di cui fornisco l'indirizzo in alto,
perciò seguitemi ...



Arrivederci!Vi aspetto su Piccola scuola gaia!
m.tra Marina

venerdì 31 luglio 2009

UN MODO SIMPATICO DI RIPASSARE L'INGLESE

CARISSIMI ALUNNI UN RIPASSINO VELOCE DURANTE L'ESTATE NON FA MALE, SE POI E' PRESENTATO IN UN MODO COSI' SIMPATICO...
GUARDATE CHE VIDEO HO PESCATO PER VOI!











UN' IDEA PERFETTA PER NON ANNOIARSI IN SPIAGGIA:GIOCARE CON LA SABBIA!

UN' IDEA PERFETTA PER NON ANNOIARSI IN SPIAGGIA:GIOCARE CON LA SABBIA!...
E CREARE RACCONTI ANIMATI!
ECCO LE STORIE DEL FANTASMA E DELLO SQUALO...!




giovedì 30 luglio 2009

QUINTA PROPOSTA :RACCONTI ON LINE



Il giardino (di Marina Natalini)

Nel giardino pubblico di una grande città viveva una famiglia di gatti: la mamma gatta con tre gattini. Il giardino era pieno di fiori e piante di ogni specie; c’era anche una fontana dove i gattini, facendo attenzione a non caderci dentro, bevevano.
C’era la statua di un santo, che sembrava guardasse tutti con benevolenza.
Di giorno i gatti se ne stavano tranquilli nel loro rifugio, perché c’era troppa gente che andava nel giardino: i bambini che correvano e giocavano, le mamme e i papà che passeggiavano, gli uomini che sedevano a chiacchierare all’ombra delle piante… e così i gatti, non conoscendoli, non si fidavano di gironzolare. Però, quando arrivava la sera e il sole andava a dormire, anche le persone tornavano a casa, si chiudevano i grandi cancelli, si accendeva un grande lampione e i gattini uscivano con mamma gatta dai loro nascondigli e si rincorrevano tra le aiuole e si arrampicavano sugli alberi. Erano i padroni del giardino e a loro si univano altri gatti. Arrivava un grosso gatto e si metteva a parlare con mamma gatta. Poi arrivavano altre gatte e si raccontavano dove erano andate durante il giorno: avevano portato anche i loro piccoli a giocare con i tre gattini. La notte si sentivano tranquilli; tutto quel bel giardino era loro e la statua del santo li guardava con affetto. I micini spesso andavano ad accucciarsi ai suoi piedi e si sentivano tutti in pace.
Con il passare delle ore arrivava il giorno, si riaprivano i cancelli del grande giardino e allora tutti i gatti, stanchi del gran giocare, andavano a dormire.
FONTE:http://www.controluce.it/giornali/a11n08/21-breviracconti-iraccontidinonnamarina.htm

TERZA PROPOSTA: A CHICK AND A DUCK POP-UP
















MESSAGGI


ALUNNI DELLA QUARTA DI ZINNIAS ,

ASPETTO I VOSTRI MESSAGGI!!

COME STATE?

lunedì 20 luglio 2009

UN MONDO NUOVO OLTRE LA TERRA.

NON SOLO TERRA MA TANTI PIANETI ,INTERESSANTI ARTICOLI SULLE NUOVE SCOPERTE , ANCHE UN NUOVO PIANETA!


http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/scienza_e_tecnologia/astrofisica/pianeta-come-terra/pianeta-come-terra.html


Sotto ricostruzione artistica del pianeta





http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.ilgiardinodeilibri.it/speciali/nibiru.jpg&imgrefurl=http://www.ilgiardinodeilibri.it/speciali/decimo_pianeta.php&usg=__lq5pEZ97Lz4XGhjXd4YYZaVpHL0=&h=320&w=430&sz=16&hl=it&start=77&sig2=bPCJ6EVS88jxzyEeZkxiTw&um=1&tbnid=v1JVx1R1okUdpM:&tbnh=94&tbnw=126&prev=/images%3Fq%3Dterra%2Bpianeta%26ndsp%3D20%26hl%3Dit%26lr%3D%26rlz%3D1W1GGLR_it%26sa%3DN%26start%3D60%26um%3D1&ei=LTtkSuzeC5uQmwPMw9j4Dw

UN MONDO NUOVO SULLA TERRA:IL CLOUD COMPUTING



Se avete un computer e lo usate con regolarità per lavorare, studiare, informarvi e trascorrere il tempo libero, vi interesserà sapere in che modo l'evoluzione delle tecnologie sta modificando l'utilizzo di questo strumento ormai indispensabile.
Fino ad oggi (o, almeno, fino a ieri), scrivere, disegnare, elaborare foto e filmati, calcolare ed elaborare dati ci costringeva ad installare sul computer un'applicazione, cioè un programma: Word o uno simile per scrivere, Excel per le operazioni e le formule matematiche, Power Point per le presentazioni, Photoshop o altri per modificare le immagini ... Programmi pesanti e costosi, che occupano spazio nel PC e lo rallentano e il costo delle cui licenze alleggerisce il nostro portafogli.
In futuro - già oggi, in realtà - potremo fare a meno di acquistare e installare sulle nostre macchine applicazioni di questo genere: scrivere, elaborare immagini, creare presentazioni, calcolare sarà possibile attraverso l'uso di strumenti disponibili sul Web. In pratica, accenderemo il computer, ci collegheremo a Internet aprendo il nostro browser (Internet Explorer o Firefox, o altro) e ci collegheremo a un indirizzo accedendo al quale troveremo applicazioni (programmi) per compiere le nostre operazioni, condividere i nostri lavori e salvare i nostri dati.
Questo modo di usare il computer è chiamato cloud computing (uso di servizi offerti da una "nuvola" di fornitori). Per praticarlo bastano un computer con programma per la navigazione in Internet (browser) e connessione veloce sempre attiva. Già al momento, in rete, sono disponibili applicazioni gratuite per tutte le nostre attività di lavoro e di svago, ma il cloud computing si diffonderà presto in modo più marcato quando la Microsoft renderà disponibile on line le applicazioni Office: Word, Excel e Power Point nella prossima versione 2010.
Nel frattempo, se già non lo state facendo, abituatevi a non installare sul computer programmi che compiono operazioni che potreste svolgere grazie ad un servizio gratuito su Internet: mantenete il vostro computer leggero ed efficiente e sfruttate l'abbonamento ADSL che state probabilmente pagando per poter stare connessi tutto il giorno.

Apollo 11 storia e fantasia

Chissà se in altri mondi esistono forme di vita, non lo sappiamo ;ma possiamo liberare la fantasia, in questa giornata del quarentesimo anno dallo sbarco sulla luna ,e colorare qualche disegno sul tema. Se avete disegni fatti da voi , inviateceli,grazie!!!








sabato 18 luglio 2009

TERZA PROPOSTA: A FROG POP-UP








DA http://www.pop-ups.net/

20 LUGLIO 1969 :SBARCO SULLA LUNA




La notte tra il 20 e il 21 luglio 1969 tutto il mondo attendeva davanti agli schermi televisivi la diretta piu’ importante dell’umanita’: lo sbarco del primo uomo sulla luna.


Quest’anno verranno celebrati i 40 anni di quella impresa leggendaria.

Per informazioni sui primi tre astronauti , Neil Armstrong (comandante della missione), Edwin (Buzz) Aldrin (pilota del LEM) e Michael Collins (pilota del modulo di comando),e i dettagli della missione segui il link

http://www.castfvg.it/notiziar/1999/uosuluna.htm

venerdì 17 luglio 2009

giovedì 16 luglio 2009

TERZA PROPOSTA : A BEAR POP-UP



FROM http://www.pop-ups.net/

THIS SUMMER SONG

ESERCITATEVI A CANTARLA, MIGLIORERETE LA PRONUNCIA DELL'INGLESE...

domenica 12 luglio 2009

AQUILONI



L'aquilone
Il cielo l'accolse
solitario aquilone,
bagnato dai temporali
rinsecchito dal sole
come una madre
nel suo grembo
lo prese per mano
portandolo lontano
oltre.. .c'era il mare.








ESTATE IN POESIA E DISEGNI DA COLORARE2




ECCO ALCUNE POESIE CHE FANNO "SENTIRE "L'ESTATE ,BUONA LETTURA!


Alla festa del sole - M. A. Scavuzzo
Alla festa del sole
son mille gli invitati:
un mare di grano biondo
e i papaveri dei prati,
le onde azzurre azzurre,
le vele bianco neve.
e, tra le verdi fronde,
la brezza lieve lieve,
i castelli di sabbia
accanto agli ombrelloni,
risate di bambini,
voli di aquiloni.


D'estate - Giovanni Pascoli
Le cavallette sole
sorridono in mezzo alla gramigna gialla;
i moscerini danzano nel sole
trema uno stelo sotto una farfalla.

Estate - R. Rompato
Calda Estate tutta d'oro,
che cos'hai nel tuo tesoro?
Pesche, fragole, susine,
spighe, e spighe senza fine,
prati verdi e biondi fieni,
lampi, tuoni, arcobaleni,
giorni lunghi, notti belle
colme di lucciole e stelle








Estate chiara e ardente - Nikolay Aseev
Delle quattro stagioni dell'anno
l'estate è la più chiara e la più
ardente, fa maturare i frutti
e sparge risa e luce.

Com'è bello, discendendo al fiume,
fermarsi sopra l'acqua,
per ascoltare in lontananza il cuculo,
per vedere la giovane luna.

Estate - Marino Moretti
Il contadin che tanto ha faticato
guarda il grano che indora.
Già si coglie la ciliegia che il sole
ha maturato.
Strillano le cicale tra le foglie,
giocano i bimbi dopo aver studiato.
Chi bene seminò ora raccogle
dice il capoccia, e già pronto
al lavoro
pensa a mietere le belle spighe d'oro.