Visit my new blog

http://piccolascuolagaia.blogspot.com/









Attenzione i nuovi lavori sono su
PICCOLA SCUOLA GAIA
IL NUOVO BLOG!
Grazie a tutti i visitatori di questo blog per essere sempre così affezionati,
non rimproveratemi se non aggiorno qui i post,
infatti ho avvisato che mi sono trasferita in un altro blog di cui fornisco l'indirizzo in alto,
perciò seguitemi ...



Arrivederci!Vi aspetto su Piccola scuola gaia!
m.tra Marina

domenica 1 marzo 2009

SAN TOMMASO D'AQUINO, PROTETTORE DELLE SCUOLE


FONTE:http://www.enrosadira.it/santi/t/tommasoa.htm

Con Tommaso d’Aquino Dio impresse per sempre all’Ordine di San Domenico quel sigillo di verità che è il suo carattere distintivo e la sua gloria più bella. Egli fu chiamato Dottore Angelico per la purità del cuore e per la sublimità dell’ingegno. Nacque a Roccasecca nel 1225 (*), dai Conti d’Aquino, stirpe nobilissima, imparentata con i Sovrani d’Alemagna. A cinque anni fu messo a Montecassino per compiervi la prima educazione. Era commovente la serietà con cui questo bimbo, fissando quei venerandi monaci, con gli occhi ansiosi chiedeva: "Chi è Dio?". A dieci anni era già all’Università di Napoli, per compiervi gli studi, e qui, all’insaputa dei suoi, innamoratosi dell’ideale Gusmano, a quattordici anni vesti il bianco Abito. Preso a viva forza dai suoi fratelli fu rinchiuso nella fortezza di S. Giovanni, dove, tentato malvagiamente nella virtù, perché desistesse dal santo proposito, riportò si perfetta vittoria da meritare d’essere confermato per sempre, per il ministero degli angeli, in una verginale purità. Riacquistata la libertà, fu inviato a Colonia, dove ebbe a Maestro San Alberto Magno, che né presagi la grandezza. Già Maestro, a venticinque anni, fino alla morte non fece che predicare, scrivere e insegnare. Con la "Somma" compose il capolavoro della cristiana teologia, la cui limpidissima dottrina la Chiesa ha fatta sua, meritando l’approvazione dalla stessa bocca di Gesù. Recandosi, già ammalato, al Concilio di Lione, giunto a Fossanova, il 7 marzo 1274 morì, mentre era ospite dei Cistercensi. Fu canonizzato il 18 luglio 1323 da Papa Giovanni XXII. Il Pontefice San Pio V, nel 1567, lo proclamò Dottore della Chiesa. Papa Leone XIII, nel 1879, lo ha dichiarato celeste Patrono delle scuole cattoliche. Oggi si commemora la deposizione delle sue reliquie, avvenuta nel 1369 a Tolosa nella chiesa a lui dedicata. Trasportate durante la Rivoluzione Francese, nel 1792, nella cripta di Saint Sernin, nel 1974 sono ritornate finalmente nella loro primitiva sede.
[ Testo di Franco Mariani - Addetto Stampa Congregazione Suore Domenicane dello Spirito Santo ]

Nessun commento: