Visit my new blog

http://piccolascuolagaia.blogspot.com/









Attenzione i nuovi lavori sono su
PICCOLA SCUOLA GAIA
IL NUOVO BLOG!
Grazie a tutti i visitatori di questo blog per essere sempre così affezionati,
non rimproveratemi se non aggiorno qui i post,
infatti ho avvisato che mi sono trasferita in un altro blog di cui fornisco l'indirizzo in alto,
perciò seguitemi ...



Arrivederci!Vi aspetto su Piccola scuola gaia!
m.tra Marina

venerdì 20 marzo 2009

Racconto di primavera



Racconto - Eugenia Camillucci
Sole di Marzo
L'albero, che ha perduto nell'inverno tutte le sue foglie, sentel a carezza del primo sole di marzo.Svegliati, dunque! - gli dice il sole - e mettiti al lavoro.Che cosa aspetti ancora? La buona terra è pronta a darti i suoi ricchi umori. lo ho tiepidi raggi. L'aria ti sussurra intorno una dolce canzone...L'albero ode le care voci e chiama dal suo cuore i teneri germogli -


Ecco, ecco: si gonfiano le gemme, spuntano ai rami;stanno già per aprirsi le tenere foglie...Piano! - mormora l'albero alle sue creaturine delicate non abbiate fretta.Ma con questo sole... dicono le gemme.Non bisogna fidarsi. Tenete le vostre foglioline nella fascia grossa e gommosa che lo avvolge. È ancora presto per sbocciare.Fremono, le foglioline, al richiamo del sole.Ma intanto il cielo si vela di nebbia.E l'aria subito ridiventa fresca. Nella notte la brina si posa sui germogli delicati.


Aveva ragione la brava pianta previdente.La nebbia uccide le tenere foglioline.Restano vive e robuste le gemme che hanno obbedito, che hanno avuto pazienza e hanno tenuto le fogliette al riparo della fascia gommosa.C'è ancora qualcun altro che vorrebbe fidarsi troppo del primo raggio di sole di marzo!Oh mamma, questo cappottino pesa! Lo lascio a casa,si cammina meglio, senza!Metti il cappottino, bambino mio.Oh mamma, questa maglietta mi fa tanto caldo!Sopporta il caldo, bambino mio.Oggi mi tolgo le calze, mamma. Si sta bene con le gambe nude.Tieni le calze, bimba È presto: è troppo presto per scoprirsi.Marzo è capriccioso e noi dobbiamo aver giudizio. Meglio sopportare un po' di caldo che buscarsi un malanno.I bambini impazienti non dànno retta.E poi: ecc!! ecc!! ecc!!

Nessun commento: