Visit my new blog

http://piccolascuolagaia.blogspot.com/









Attenzione i nuovi lavori sono su
PICCOLA SCUOLA GAIA
IL NUOVO BLOG!
Grazie a tutti i visitatori di questo blog per essere sempre così affezionati,
non rimproveratemi se non aggiorno qui i post,
infatti ho avvisato che mi sono trasferita in un altro blog di cui fornisco l'indirizzo in alto,
perciò seguitemi ...



Arrivederci!Vi aspetto su Piccola scuola gaia!
m.tra Marina

martedì 16 febbraio 2010

Gli Incas




Incas
Storia
Gli Incas erano originariamente una piccola popolazione guerriera che vivevano negli altipiani a sud della cordigliera peruviana. Nel 1200 si spostarono nella regione di Cuzco, dove esercitarono un forte dominio sulle popolazioni locali imponendo tributi, ma senza dar vita ad un vero e proprio regno. L'impero nacque sotto il regno di Viracocha, l'ottavo sovrano, che volse la sua politica verso l'espansionismo. Nel 1525 il regno di Huanyna Capàc l'impero comprendeva l'attuale Colombia, l'Ecuador, il Perù e la Bolivia; estendendosi fino all'Argentina e al Cile. La dura lotta per la successione tra i due figli di Huanya Capàc indebolì fortemente l'impero, che fu facilmente conquistato nel 1532 da Francesco Pizarro. Il popolo Inca non oppose grande resistenza poiché era convinto che gli invasori fossero di natura divina: l'impero inca, privo di un capo, si sgretolò rapidamente.

Cultura, economia e società
L'impero inca si reggeva grazie ad un sistema politico rigido e gerarchico, basato sull'attività militare dell'aristocrazia e sullo sfruttamento delle popolazioni sottomesse. Il sovrano, ritenuto l'incarnazione del dio Sole, era il capo supremo; all'ultimo posto vi era invece la grande massa di contadini e di artigiani. L'impero era diviso in quattro grandi regioni, a loro volta suddivise in province, e in un sistema di organizzazioni sociali ed economiche sino alla proprietà familiare, chiamata ayllu. Lo sfruttamento degli ayllu era controllato dall'autorità centrale: dei funzionari statali controllavano la semina ed insegnavano ai contadini le tecniche di coltivazione. La maggior parte del raccolto veniva trattenuta per i bisogni della famiglia reale oppure veniva immagazzinata. I principali prodotti agricoli erano il mais e le patate; i lama erano utilizzati come animali da soma e gli alpaca venivano addomesticati e allevati per ricavarne la lana. La civiltà inca non conobbe l'uso della scrittura e della ruota: squadre di corrieri percorrevano rapidamente la fitta rete stradale. I funzionari imperiali eseguivano censimenti ed inventari grazie ai quipus, delle cordicelle annodate in maniera particolare.

Architettura
Nonostante l'arretratezza tecnologica, gli Incas erano abili nel costruire edifici in pietra: templi, palazzi, fortezze (Macchu Picchu, Cuzco), ponti di corda, acquedotti e canali.

Religione
La principale divinità inca era Viracocha creatore del mondo e di tutti i viventi. Altri dei importanti erano quelli che rappresentavano il Sole, la Luna, la Terra. Le cerimonie rituali erano connesse con le attività agricole; nel corso del loro svolgimento venivano sacrificati animali vivi (i sacrifici umani non erano frequenti).

Nessun commento: