Visit my new blog

Visita il nuovo blog di maestra Marina -Visit my new blog

NUOVE IDEE SU

Scolasticamente insieme
http://http://scolasticamenteinsieme.blogspot.it//

venerdì 3 giugno 2011

REFERENDUM


La parola referendum riprende il gerundio latino del verbo refero, "riferisco" , e indica comunemente lo strumento attraverso cui il corpo elettorale viene consultato direttamente su temi specifici; esso è uno strumento di democrazia diretta, consente cioè agli elettori di fornire - senza intermediari - il proprio parere, o la propria decisione, su un tema oggetto di discussione.
Si differenzia dal plebiscito, in quanto il suo uso è regolamentato e può anche essere di uso frequente. In Italia il referendum abrogativo è previsto dall'art. 75 della Costituzione. Il testo costituzionale prevede fondamentalmente tre tipologie di referendum: abrogativo, territoriale e costituzionale.
In sede di Assemblea costituente il referendum venne pensato quale strumento di utilizzo sporadico, le trasformazioni del panorama politico italiano nel tempo trascorso all'epoca dell'adozione della relativa legge di attuazione hanno portato tuttavia ad un ricorso sempre più frequente all'istituto che ha, conseguentemente, mutato profondamente i suoi tratti originari.
L'approccio adottato nella Costituzione Italiana è normalmente riservato all'abrogazione di leggi ordinarie. Solo in caso di modifiche alla Costituzione può essere indetto un referendum costituzionale (Art. 138 Cost), di natura invece confermativa. In ambedue i casi il referendum appare orientato a proteggere l'ordinamento dello stato più che a stimolare l'innovazione legislativa.
Le richieste di referendum sono soggette un duplice controllo, il primo, di tipo meramente tecnico, da parte dell'Ufficio centrale per il referendum, organo istituito dalla Legge n. 352/1970. Al controllo svolto dall'Ufficio centrale fa quindi seguito il giudizio circa l'ammissibilità delle richieste, spettante alla Corte costituzionale così come disposto dalla L.cost n. 1 /1953, ruolo questo che va quindi ad aggiungersi a quelli già previsti all'art.134 Cost.

Il 2 giugno 1946 in Italia si svolse il primo referendum istituzionale. Gli italiani furono chiamati a scegliere tra repubblica e monarchia.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao M.Marina siamo arrivati alla fine della nostra storia . Spero che in questi 5 anni ti sei divertita con noi ; e spero ancora che ci contatterai ancora per telefono e anche per il nostro blog , che abbiamo creato insieme .
Ancora 5 giorni e poi purtroppo ci dovremmo salutare.
Questo messaggio te la scrittoIL TUO PORTABORSE ,IL TUO BASSO ALUNNO.FEDERICO SERRA .
Ciao e ricordati che la classe ti
VUOLE
PRIMA
DOPO
SEMPRE
TANTISSIMO BENEEEEEEEE.
Ciao Federico

Marina M. ha detto...

Fede,sono stati anni fantastici che porterò con me sempre,forever!
naturalmente resteremo in contatto attraverso questo blog ,ma mi mancherete ogni giorno!
che ci si vuole bene nel nostro gruppo è ingrediente miracoloso che ci ha permesso di affrontare le difficoltà incontrate nel percorso...
ma ora avete un'altra storia davanti e una nuova opportunità di crescita!
non preoccuparti ve la caverete benissimo!
un abbraccio a tutti voi che mi avete dato veramente tanto e alle vostre famiglie sempre attente!
Grazie ! vvttb
m.Marina

La Mercante di Busalla ha detto...

Questi messaggi mi fanno ricordare quando ank'io l'anno scorso lasciai la mia super 5° e arrivai nella mitica 1°C!!...Ah, è già passato quasi 1 anno!!
Ciao a tutti e buone vacanze!!

La Mercante di Busalla

jonny ha detto...

è vero ti vorremo sempre bn <<<3